Giugno 2024

Il Consorzio del Gavi inaugura ufficialmente la nuova sede e festeggia i 50 anni della denominazione

La nuova casa del Gavi segna un importante traguardo per il Consorzio e per tutta la Denominazione

Il Consorzio del Gavi inaugura ufficialmente la nuova sede e festeggia i 50 anni della denominazione

31 maggio 2024 CS- Il Consorzio Tutela del Gavi ha inaugurato ufficialmente davanti ai rappresentanti delle istituzioni, ai politici e agli enti locali la sua nuova sede in Via Mameli 173 a Gavi. La cerimonia di apertura, che segna un importante traguardo per il Consorzio e per tutta la Denominazione, è stata salutata   dal Presidente del Consorzio, Maurizio Montobbio, e dal Sindaco di Gavi,  che hanno espresso la loro soddisfazione, orgoglio, fiducia per questa nuova fase della storia del Consorzio e del territorio.

“Questa è per noi soprattutto l’occasione per dire grazie a chi a livello europeo, regionale, provinciale e comunale accompagna il lavoro del Consorzio”  ha dichiarato il Presidente  Maurizio Montobbio  che prosegue: “siamo consapevoli della grande responsabilità e del ruolo della nostra denominazione. Siamo un importante tassello della Regione Piemonte che con il lavoro congiunto di tutte le istituzioni qui rappresentate si vorrebbe identificare nella Borgogna d’Italia.   Siamo evidentemente anche coscienti del momento di riflessione che accompagna il mondo del vino in termini di consumo e salute, e siamo quindi pronti a continuare a lavorare in squadra per raggiungere gli obiettivi di qualità e valore che ci siamo da sempre prefissati”.

Una nuova casa per il Gavi DOCG

La nuova casa del Gavi, operativa già dallo scorso novembre, è frutto di un attento restauro e rappresenta un punto di riferimento moderno e funzionale per tutte le attività del Consorzio. Distribuita su tre piani, più uno interrato, per un totale di 1000 mq, la struttura ospita uffici amministrativi, sale per riunioni, spazi per eventi e un’area dedicata a degustazioni e masterclass.  “E’ fondamentale per il Consorzio operare e promuoversi in una sede che rispecchi il grande fermento della nostra denominazione”  conclude  Maurizio Montobbio.

Un traguardo importante per il Gavi

La cerimonia di oggi coincide con un anno particolarmente significativo: il 2024 segna infatti i 50 anni dal riconoscimento della DOC Gavi, ottenuta nel 1974 e seguita dalla DOCG nel 1998. Questo anniversario celebra mezzo secolo di successi e di crescita continua per il Gavi, un vino che oggi è presente in oltre 100 paesi nel mondo e che rappresenta con orgoglio l’eccellenza vinicola del Piemonte.