Maggio 2024

Il grande libro del Vermouth di Torino

Il racconto affascinante di un prodotto nato a Torino nel 1700 e che sta riscuotendo sempre più successo anche grazie alla mixology

Il grande libro del Vermouth di Torino

di Monica Massa

Il grande libro del vermouth di Torino è un’opera che ha ottenuto il Premio Internazionale OIV 2020, un riconoscimento davvero gratificante perché è frutto di una selezione molto severa ed esigente che premia quelli che sono considerati a livello mondiale i migliori libri di argomento vitivinicolo. In questo libro, a raccontare il mondo del Vermouth di Torino sono quattordici autori che per la loro professione sono profondi conoscitori del tema di cui trattano: Giusi Mainardi (Docente di Storia del Vino – Università di Torino), Pierstefano Berta (enologo e storico del vino, esperto di wine&spirits), Maria Teresa Della Beffa (Orto Botanico di Torino), Franco Chialva (coltivatore di erbe officinali), Giovanni Appendino (Professore di Chimica Organica Università Piemonte Orientale), Vittorio Pregno e Mauro Chiusano (enologi, esperti in estrazione degli aromi di spezie e piante aromatiche), Moreno Soster (Dirigente della Regione Piemonte che ha seguito l’ottenimento della IG per il Vermouth di Torino), Piero Porcu (Funzionario dell’Agenzia delle Dogane), Maria Cristina Baldini (Esperta in marchi e brevetti), Gian Carlo Ferraris (artista, esperto in storia delle etichette), Bruno Borio e Claudio Bosticco (collezionisti di etichette di Vermouth), Fulvio Piccinino (esperto di mixology). Si illustrano le proprietà di erbe aromatiche e spezie, le tecniche di elaborazione, la chimica dei profumi, l’analisi sensoriale, le réclame divenute iconiche opere d’arte, la normativa di produzione, la tutela dei marchi, le etichette storiche, la nascita e l’affermazione delle ditte di produzione, i nuovi riti dell’aperitivo, i cocktail internazionali che prevedono come ingrediente principale questo vino aromatizzato. Dopo un periodo buio, legato alle due guerre e al proibizionismo, l’interesse per i vini aromatizzati a partire dagli anni Duemila è ripreso e aumentato, tanto da arrivare al recente riconoscimento del Vermouth di Torino come Indicazione Geografica da parte dell’Unione Europea e alla costituzione del Consorzio del Vermouth di Torino, nato per la promozione e la tutela.

Pagine indiscutibilmente affascinanti per chi vuole conoscere in modo approfondito un prodotto nato a Torino nel 1700, sempre presente sulle tavole reali sabaude, divenuto in tutto il mondo il simbolo dell’aperitivo e che, pare, fosse l’unico argomento che trovasse d’accordo il Conte Camillo Benso e il Re Carlo Alberto di Savoia.

Il grande libro del vermouth di Torino. Storia e attualità di un classico prodotto piemontese

Editore: OICCE

Data di Pubblicazione: 2018

Pagine: 304

Euro 50