person_outline
search

L'ultimo saluto a Gigi Rosso

Si è spento un patriarca del vino piemontese.

Una grande partecipazione popolare ha accompagnato ad Alba l'ultimo viaggio di Gigi Rosso, produttore di Barolo e di altri vini delle Langhe (amava il Dolcetto). Avrebbe tra poco compiuto 87 anni.

Diplomato alla Scuola Enologica di Alba, iniziò la sua carriera alla Cinzano, per poi passare alla Barbero di Canale. Venne poi chiamato da Arturo Bersano per seguire vigneti e cantina a Nizza Monferrato. Con Bersano ebbe un lungo sodalizio, finché nel 1979 fondò la sua cantina a Castiglione Falletto, dove fu poi coadiuvato dai figli Claudio e Maurizio. 

Gigi Rosso, oltre ad essere un tecnico di grande valore ed esperienza, aveva doti di leadership e di diplomazia, grazie alle quali  ricoprì vari incarichi istituzionali: fu presidente del Consorzio di Tutela del Barolo e Barbaresco, della Consulta vitivinicola della Camera di commercio cuneese, e vicepresidente di Piemonte Asprovit prima che diventasse Vignaioli Piemontesi. 
A Claudio, Maurizio e ai tanti amici vanno le affettuose condoglianze di Millevigne. 

La foto in apertura è di Vincenzo Reda

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Privacy Policy Cookie Policy
×