Dicembre 2023

La scomparsa di Pau Rocha, direttore generale di OIV

L’OIV ha annunciato la morte del Direttore generale Pau Rocha, avvenuta il 7 dicembre dopo una lunga malattia.

La scomparsa di Pau Rocha, direttore generale di OIV

fonte CS OIV

L’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino ha annunciato la morte di Pau Rocha, alla guida dell’OIV dal 2018, scomparso a Digione  il 7 dicembre all’età di 65 anni dopo una lunga malattia.

Delegato OIV per la Spagna dal 1992, Pau Rocha è stato tra il 2010 e il 2016 presidente del gruppo di esperti “Diritto e informazione dei consumatori” (DROCON), nonché vicepresidente del gruppo di esperti “Sviluppo sostenibile e cambiamento climatico” tra il 2016 e il 2018.

Dopo aver maturato esperienza nel settore dell’olio d’oliva e aver intrapreso ricerca scientifica nel campo dell’oceanografia, Pau Roca ha ottenuto una conoscenza specifica e approfondita del settore vitivinicolo globale grazie all’esperienza acquisita alla guida della Federazione spagnola del vino (FEV), che ha diretto per oltre 20 anni.

Poliglotta in francese e inglese, Pau Roca ha favorito lo sviluppo della digitalizzazione non solo all’interno del settore vitivinicolo, ma anche per la stessa OIV, promuovendo nuovi strumenti di comunicazione interna. È stato inoltre determinante per il trasferimento della sede dell’OIV a Digione e ha avviato la gestione dell’Anno del Centenario dell’OIV.

Desideroso di ottenere il riconoscimento dell’OIV, del suo ruolo e delle sue attività in un mondo sempre più globalizzato, Pau Roca ha anche rafforzato i legami con altre istituzioni mondiali come l’Organizzazione Mondiale del Commercio, l’Organizzazione Mondiale del Turismo, l’OCSE, la FAO, il CIHEAM e il Codex Alimentarius. Ha inoltre accolto 3 nuovi Stati membri, Regno Unito, Ucraina e Albania, portando l’OIV a un totale di 50 Stati membri.

Regina Vanderlinde e Luigi Moio, che hanno presieduto l’OIV durante il mandato di Pau Roca, ne hanno lodato l’impegno nei confronti del settore vitivinicolo mondiale, che ha reso l’Organizzazione pronta a intraprendere le proprie attività per un nuovo secolo.

“Era un uomo colto, raffinato e straordinario innovatore”, ha scritto Luigi Moio in ricordo di Pau Rocha. “Durante i cinque anni del suo mandato da Direttore Generale dell’organizzazione, compito che ha svolto magistralmente e che si sarebbe dovuto concludere alla fine di quest’anno, ha messo la sua lucida intelligenza al servizio del vino mondiale, operandosi e battendosi per un rinnovamento sostanziale dell’OIV che gli renderà un posto speciale nella storia di questa prestigiosa organizzazione intergovernativa. Con la scomparsa di Pau ROCA il vino mondiale perde una personalità unica nel suo genere, che ha segnato la recente storia dell’OIV, l’organizzazione scientifica di riferimento mondiale di tutta la filiera vitivinicola”.