Gennaio 2024

Piemonte, Valpolicella e Toscana: tutte le date delle anteprime del vino

Grandi Langhe il 29 e 30 gennaio prossimi apre il periodo delle Anteprime per lasciare la scena in febbraio poi ad Amarone Opera Prima e alla settimana delle Anteprime Toscane.

Piemonte, Valpolicella e Toscana: tutte le date delle anteprime del vino

Il periodo delle Anteprime si apre in Piemonte con Grandi Langhe, in scena alle OGR di Torino il 29 e 30 gennaio prossimi, per la presentazione delle nuove annate dei grandi vini DOC e DOCG di Langhe e Roero. Ad apertura della due giorni, la terza edizione di CHANGES che tratterà il tema ‘Langhe (not) for sale’ attraverso la presentazione della ricerca svolta quest’anno dall’Università Cattolica del Sacro Cuore e che ha coinvolto più di 200 cantine delle Langhe proprio per approfondire il tema del cambio generazionale e l’interesse di capitali stranieri nei confronti di queste zone.

Febbraio si apre poi con Amarone Opera Prima dal 2 al 4 del mese al Palazzo della Gran Guardia a Verona. La manifestazione, nella quale le aziende del Consorzio vini Valpolicella presenteranno in anteprima il millesimo 2019  taglia il traguardo della ventesima edizione e punta i riflettori sul futuro del Re dei rossi veneti tra nuove tendenze di consumo, cambiamenti climatici e metamorfosi dei mercati con la conferenza di sabato dal titolo Clima, produzione e mercati: la Valpolicella alla prova del cambiamento.

Dal 14 al 19 del mese l’appuntamento è con la settimana delle Anteprime Toscane che si aprirà con la consueta presentazione di Primanteprima a cura della Regione Toscana per proseguire il 15 e il 16 con Chianti Classico Collection sempre a Firenze alla Stazione Leopolda. L’Anteprima del Vino Nobile di Montepulciano si terrà alla Fortezza Medicea di Montepulciano il 17, mentre si torna a Firenze per Chianti Lovers e Rosso Morellino, unite alla Fortezza da Basso il 18. Chiuderà la rassegna l’Altra Toscana, le denominazioni più piccole ma non meno prestigiose in scena insieme ancora a Firenze il 19 febbraio. Dopo il distacco dal treno delle anteprime del vagone del Brunello di Montalcino, che da alcuni anni ha scelto il mese di novembre per Benvenuto Brunello, quest’anno si separa anche la Vernaccia di San Gimignano che, unico bianco tra tanti rossi, ha identificato nel mese di maggio un periodo più adatto a presentare i suoi vini 2023.