Barolo e Barbaresco: parola d’ordine identità forte