Viticoltura

Articolo non disponibile online Acquista o abbonati

Viticoltura

Oidio sempre di attualità

Di Michele Vigasio Dicembre 2019

Al “mal bianco” viene, di norma, attribuita una pericolosità inferiore sulla vite, rispetto alla Peronospora, ma in molte zone italiane il primato è discutibile, almeno per quanto riguarda i danni qualitativi (p.es predisposizione dei grappoli colpiti ad attacchi di botrite, causa spaccature (foto 1 ). Tra i vitigni più sensibili ci sono il Nebbiolo, lo Chardonnay e soprattutto il Moscato.

Leggi l'articolo

Articolo non disponibile online Acquista o abbonati

Viticoltura

Ridare vita ai terreni con il sovescio

Di Maresa Novara Dicembre 2019

Dalle erbe spontanee infatti possiamo avere diverse informazioni sulla natura del sito in cui esse si sviluppano, ovvero se ci troviamo in zone umide o asciutte, che tipo di pH (cioè di acidità) avrà il nostro terreno, se siamo in presenza di qualche squilibrio o di un sistema efficiente ed in armonia. L’uomo ha avuto modo di conoscere sempre di più le caratteristiche delle singole piante e quindi di trarne dei benefici, e, anche attraverso semplici osservazioni empiriche, ha tentato di capirne e sfruttarne il più possibile le attitudini: per la cura di sé, dei propri animali ed infine delle proprie coltivazioni.

Leggi l'articolo

Articolo non disponibile online Acquista o abbonati

Viticoltura

Masseria l’Amastuola: le onde dei vigneti sfidano la calma piatta del mercato

Di Marco Pierucci, Fabio Burroni Studio associato Agronominvigna Dicembre 2019

La Puglia, regione di antiche e solide tradizioni viticole, ha visto nascere questa nuova azienda vitivinicola nel 2003, anno d’acquisto della Masseria e dei circa 170 ettari di terreno che la circondano da parte del gruppo KIKAU, azienda specializzata nella produzione di infissi di proprietà della famiglia Montanaro.

Leggi l'articolo

Articolo non disponibile online Acquista o abbonati

Viticoltura

Vita del suolo e qualità del vino

Di Ruggero Mazzilli Gennaio 2020

Un ambiente ospitale per le radici.
Le prestazioni delle piante dipendono essenzialmente dall’attività radicale a sua volta determinata dalle qualità intrinseche del suolo e da tutto ciò che in esso avviene. Quando si mettono in relazione i profili sensoriali dei vini con le caratteristiche geopedologiche native è necessario interporre l’uso che si fa del suolo e le conseguenze che ne derivano, la prima delle quali è l’abitabilità rappresentata dalla fertilità biologica.

Leggi l'articolo